BIM modeling: 6 preziose risorse per arricchire il proprio progetto

Chi ha avuto l'ardire di abbandonare il #CAD per avventurarsi nell'ignoto mondo del #BIM, sa bene a cosa mi riferisco quando dico che il progettista che modella in BIM tende generalmente ad avere un approccio da "creatore" che in sette giorni ti crea dal nulla un intero universo e in un clic ti genera anche sezioni e prospetti dell'intero scibile umano.


Si tende infatti ad abbondare in realizzabilità e realismo del progetto, anche con l'aiuto di visori #VR per la realtà virtuale, quasi che per magia ci si potesse ritrovare all'interno del nostro modello e provare davvero ad aprire porte e finestre, sedersi sul divano che abbiamo appena scaricato dal sito del produttore e verificare il comfort e la qualità dell'aria dati dai materiali che abbiamo scelto per le tamponature esterne.

Fortunatamente lo sviluppo del BIM in tutto il mondo ha convinto ormai aziende e progettisti che questa è la strada da seguire per l'innovazione tecnologica del settore delle costruzioni. Parallelamente, ottenere informazioni e materiale dalle aziende produttrici è diventata una procedura molto semplice, e consente il più delle volte di ottenere modelli e materiali di qualità e in grandi quantità.


Nove anni fa, quando ho iniziato a lavorare in BIM, era praticamente impossibile trovare oggetti parametrici per arricchire i progetti con informazioni "reali" date dai produttori. Bisognava crearsi dei modelli ad hoc cercando di avvicinarsi il più possibile a quella particolare finestra, o a quella muratura o a quel lavabo, studiandosi le schede tecniche e cercando di riprodurre la corretta resa del materiale.

Oggi, ormai da qualche anno, ci sono alcune piattaforme che si sono affermate grazie alla qualità degli oggetti inseriti sia alla facilità di utilizzo. Quelle che preferisco e a cui sono più affezionata sono le seguenti.

1. BIM OBJECT

Bim object è la piattaforma che preferisco perché è ricca di numerose e varie tipologie di oggetti (419.249 oggetti ad oggi) e perché viene costantemente aggiornata. La sua interfaccia è molto intuitiva e facile da utilizzare e, data la grande quantità di materiale fra cui scegliere, permette di filtrare efficacemente la ricerca tramite la scelta di diverse categorie come tipo di oggetto, tipo di file, mercato, materiali ecc.


Inoltre la sua caratteristica chiave è l'offerta di plug-in gratuiti che possono essere scaricati sul proprio pc, per integrare la ricerca delle risorse direttamente nei principali software BIM e CAD, come Archicad, Revit, Vectorworks, Sketchup e Autocad. La qualità degli oggetti è molto alta e questo garantisce un'ottima resa sia nelle viste tridimensionali che in quelle bidimensionali.

2. SYNCRONIA

Syncronia è una piattaforma che funziona più o meno come Bim Object, ma contiene molti meno oggetti. A differenza del precedente offre anche un magazine sempre molto aggiornato sui temi del design e dell'architettura, uno shop e una vetrina dedicata ai progettisti.


Gli oggetti sono ben fatti, ma i modelli 3D statici (tipo 3ds o dwg) sono ancora prevalenti su quelli parametrici. Grande spazio viene dedicato alle texture.

3. BIM ARCHIPRODUCTS BIM Archiproducts è un sito che fa parte del network Archipassport (quello che comprende Edilportale, Archiportale, Archiportale e Archiproducts), ed è analogo ai precedenti come impostazione di filtro e ricerca.


Contiene ad oggi 132.057 oggetti BIM e CAD e offre un solo plug-in per l'integrazione in Revit. Quindi si pone già da subito come Autodesk-oriented e infatti la scelta dei modelli è piuttosto magra per chi come me utilizza altri software BIM o CAD.


Nel complesso è comunque molto ben fatto, i modelli sono buoni e si scaricano facilmente.

Il sito offre anche un magazine di notizie nel campo dell'architettura e del design

4. ARCHIVE 3D Archive 3D è un sito in cui è possibile scaricare gratuitamente senza bisogno di alcun tipo di registrazione, cliccando semplicemente sul tasto "download", un'infinità di modelli 3d in formato 3DS e GSM. Non si tratta né di oggetti BIM né di oggetti messi a disposizione direttamente dai produttori, ma sono dei bellissimi modelli creati da persone molto brave che li mettono a disposizione di tutto il mondo.

I modelli sono fatti in maniera egregia, sono sempre corredati di texture e hanno una fantastica resa in 3d perché sono molto curati e definiti. La stessa cosa non si può dire per le viste 2d, ma è naturale poiché si tratta di oggetti statici e non di oggetti parametrici. Cito questa risorsa anche se non contiene oggetti BIM perché capita sempre di voler inserire nel nostro progetto un bel letto pieno di cuscini morbidosi che mai troveremo sul sito del produttore. Si sa, l'occhio vuole la sua parte. 5. ARROWAY Arroway è un sito in cui si possono trovare le migliori texture in assoluto per qualità e realismo. Secondo me non hanno paragoni, e vale la pena spendere un po' di soldini per acquistare almeno qualche pacchetto, di quelli indispensabili per i nostri progetti.

Ci sono anche delle risorse gratuite da scaricare, ovviamente in versione "light" a minore risoluzione, ma che possono comunque aiutarci inizialmente a capire se quel materiale possa funzionare in un caso o in un altro. Secondo me non si può assolutamente vivere senza le collezioni di cemento (Concrete Volume One), pietra (Stonework Volume One) e pavimenti in legno (Wood flooring Volume One). Eviterei le piastrelle dato che in un progetto reale secondo me conviene sempre utilizzare le texture fornite dal produttore e, mentre per cemento, legno o pietra posso sempre trovare qualcosa di molto simile a quello che sceglierò nella realtà, per quanto riguarda le piastrelle è davvero molto difficile trovare in questa collezione qualcosa che vada bene. Poi se si lavora nell'ambito del product design allora conviene dare un'occhiata anche alle collezioni di legni, tessuti e pelle. Ogni texture è divisa in 3 file separati, uno relativo al canale "diffuse", uno per il canale "reflection" e uno per il canale "bump". Se riusciamo a impostare per bene il materiale è sicuro che il risultato sarà davvero stupefacente, del tipo: "ma è una foto?"

6. UNSPLASH Unsplash è un sito che ho scoperto da poco, e ne sono davvero felice. Lo adoro. Perché da quando ho un computer (dall'età di diciotto più o meno) ho sempre faticato a trovare belle foto online gratuite per i miei progetti, che fossero tesine per la scuola, inviti o, come oggi, progetti di architettura. Sì perché le immagini servono, e devono essere gratuite e di libero utilizzo.

Spesso mi rifugiavo in Pixabay per trovare immagini per sfondi di render, per dare un po' di colore a degli interni con quadri originali o con carte da parati esuberanti. Solo che in quel sito è davvero difficile trovare belle foto. Unsplash invece contiene solo e unicamente belle foto. Che dico, belle? Meravigliose e fatte da professionisti. Ma soprattutto gratuite, libere, donate al mondo per evitare finalmente di bruciare ore preziose a cercare questa o quella immagine. Non è obbligatorio registrarsi, e non è obbligatorio dare credito agli autori, ma se si vuole, ci dicono, ben venga:

All photos published on Unsplash can be used for free. You can use them for commercial and noncommercial purposes. You do not need to ask permission from or provide credit to the photographer or Unsplash, although it is appreciated when possible. More precisely, Unsplash grants you an irrevocable, nonexclusive, worldwide copyright license to download, copy, modify, distribute, perform, and use photos from Unsplash for free, including for commercial purposes, without permission from or attributing the photographer or Unsplash. This license does not include the right to compile photos from Unsplash to replicate a similar or competing service.


9 visualizzazioni

© 2020 by MELISSA DOMENICI ARCHITETTO - Guidonia Montecelio (Roma)